lunedì 12 gennaio 2009

Abbi cura dei tuoi sogni



Ogni tanto - si dice - s'han da lucidare i sogni, passarvi la paglietta più sottile e poi metterci dei fiori nuovi nei nostri bei vasi d'argento fratelli di lume e abbagli per le gazze.

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Guarda Fo io ho talmente tanta cura dei miei sogni che li ho presi e li ho messi dentro uno scatolone, ho incerottato con cura l'involucro e l'ho messo in fondo allo sgabuzzino! A

iLGuardianoDelFato ha detto...

E... non soffocheranno?...

Anonimo ha detto...

Sì, lucidiamo e facciamo pure che servano a qualcosa, però... (Blanca)

iLGuardianoDelFato ha detto...

Bhè prima o poi bisogna usarli, o provarci almeno: come gli aquiloni, occorre sapere se son in grado di volare o no... :)

Antonia ha detto...

I sogni non vanno lasciati troppo a lungo nei cassetti.La polvere del "poteva essere e non è stato" li consuma.

Un sorriso.Antonia.

iLGuardianoDelFato ha detto...

Però vuoi mettere la differenza fra l'avere un cosa lì, sotto gli occhi di continuo, e il ritrovarla dopo mesi od anni?... sono emozioni! una soffiata e via... come nuovi!

scrittrice75 ha detto...

ciao. grazie per il commento che mi hai lasciato. Figurati se mi arrabbio per quello che hai scritto. E' ovvio che chiunque legga ciò che scrivo, può trovare qualche cosa che scriverebbe in altro modo o errori.
Perché non vuoi che lo pubblichi? Io non ho problemi. Fammi sapere se vuoi che lo renda visibile.

scrittrice75 ha detto...

hai ragione guardiano del fato. Molte frasi sono più scorrevoli come me le hai presentate tu.
Mi raccomando, io voglio che chiunque trovi qualcosa da dire, anche critiche, me le scriva tranquillamente. Io non mi offendo, non sono Alessandro Manzoni.
Un saluto
Angela

scrittrice75 ha detto...

A proposito, scusa la domanda ma quanto tempo si è presa la correttrice di bozze per mettere a posto il vostro scritto? Era un romanzo lungo?
Tu che hai avuto a che fare con degli editor mi potresti essere utile per sapere quanto sono lunghi i loro tempi.
Grazie

iLGuardianoDelFato ha detto...

Ciao! Non so se è il caso di pubblicarlo, era più una conversazione a due, vedi tu comunque! Il libro cui ho partecipato è edito da Lint e non è un romanzo, ma una trattazione su un luogo piccolino, ma molto caratteristico vicino a Trieste, la Val Rosandra. Trattazione che riguarda aspetti naturalistici, ambientali e paesistici in senso ampio, ma non solo, parla pure di antropizzazione, geologia, climatologia ecc. tanto da avere una validità che supera i confini della valle stessa... La correttrice è stata bravissima, ha corretto le bozze di professori universitari, che trattavano materie tecniche ecc. il suo lavoro ha richiesto alcuni mesi, anche perchè proponeva le modifiche agli autori, che a loro volta rivedevano ecc. Ma è stata fondamentale! Gli editori sono dei gran parac..., in genere fanno accollare tutte le spese agli autori (non è il caso del libro di cui sopra), e la distribuzione non la fanno proprio: chi vuole i libri li deve ordinare, e gli arriva via posta (idem non nel ns. caso)... credo sia dura!

Anonimo ha detto...

beh..sei fantastico..che dire di più? dew

Lara ha detto...

Sì, davvero complimenti, Guardiano del Fato!!!

Lara ha detto...

Ho chiuso il commento prima di chiederti notizie del tuo bimbo. Scusami. Tutto bene?

iLGuardianoDelFato ha detto...

xDew: sai che son vanitoso, dai, cerca le parole!... ;)

iLGuardianoDelFato ha detto...

xLara, grazie! Sì il bimbo è ok, solo un po' di influenza, passerà! :)